Archivi tag: Dio

Padre

“A chi prego? Al Dio Onnipotente? Troppo lontano. Ah, questo io non lo sento. Gesù neppure lo sentiva. A chi prego? Al Dio cosmico? Un po’ abituale, in questi giorni, no?… pregare il Dio cosmico, no? Questa modalità politeista che arriva con questa cultura light … Tu devi pregare il Padre! E’ una parola forte, ‘Padre’. Tu devi pregare quello che ti ha generato, che ti ha dato la vita, a te. Non a tutti: a tutti è troppo anonimo. A te. A me. E anche quello che ti accompagna nel tuo cammino: conosce tutta la tua vita. Tutto: quello che è buono e quello che non è tanto buono. Conosce tutto. Se non incominciamo la preghiera con questa parola, non detta dalle labbra, ma detta dal cuore, non possiamo pregare in cristiano”.

(Papa Francesco nella Messa alla Casa Santa Marta, 20 giugno 2013)

Annunci

Le prove

 

“Tuttavia, Signore, tu sei nostro padre; noi siamo l’argilla e tu colui che ci formi; noi siamo tutti opera delle tue mani”
( Isaia 64,8 )


Ave Maria

 

“L’Ave Maria è il complimento più perfetto che possiate fare alla Madonna, perchè è il complimento che l’Altissimo le fede rivolgere dall’angelo per guadagnare il suo cuore. […] Anche voi vi guadagnerete il cuore della Madonna con questo complimento recitato bene.
Secondo i Santi, l’Ave Maria recitata bene, cioè con attenzione, devozione e modestia, è la nemica del diavolo. lo mette in fuga. E’ il martello che lo schiaccia. E’ la santificazione dell’anima, la gioia degli angeli, la melodia degli eletti, il cantico del Nuovo Testamento, il piacere di Maria e la gioia della SS. Trinità.
L’Ave Maria è una rugiada celeste che rende l’anima feconda; è un bacio affettuoso che diamo alla Madonna, una rosa vermiglia che le offriamo, una perla preziosa che le doniamo, una coppia di ambrosia e di nettare di vino che le porgiamo. Tutti questi paragoni sono dei santi.”

(San Luigi Maria Grignon de Montfort – “Trattato della vera devozione a Maria” n 252-253)


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: