Archivi categoria: I dieci segreti

Segreti, profezie e fine del mondo?

Sempre di più, ultimamente, si sente parlare di profezie, apparizioni, segreti, inerenti -secondo la maggioranza- ad alcune ormai imminenti catastrofi e alla successiva fine del mondo, con il ritorno del Signore e il Giudizio. Ma è davvero così o ci troviamo davanti all’ennesima “voce” fasulla, sulla scia della profezia dei Maya, tanto temuta dai profani.

Anche il mondo cattolico non è estraneo a queste profezie: pensiamo ai segreti di Fatima, ai 10 segreti di Medjugorje, alle visioni della Beata Katharina Emmerick e via dicendo. Ma proviamo ad analizzarle più da vicino, per cercare di capire meglio i tempi che stiamo vivendo e quelli che ci accingiamo a vivere.

A Fatima la Vergine Maria lasciò tre segreti ai pastorelli: il primo mostrava l’Inferno, il secondo preannunciava il secondo conflitto mondiale e la consacrazione della Russia al Cuore Immacolato di Maria; il terzo invece preannuncia un tempo difficile per la Chiesa ed è quello che ancora deve concludersi (la Madonna stessa in un’apparizione a Medjugorje ha rivelato che i 10 segreti di Medjugorje  porteranno a termine ciò che ha iniziato a Fatima), il testo è il seguente:

«Dopo le due parti che già ho esposto, abbiamo visto al lato sinistro di Nostra Signora un poco più in alto un Angelo con una spada di fuoco nella mano sinistra; scintillando emetteva grandi fiamme che sembrava dovessero incendiare il mondo intero; ma si spegnevano al contatto dello splendore che Nostra Signora emanava dalla sua mano destra verso di lui: l’Angelo indicando la terra con la mano destra, con voce forte disse: Penitenza, Penitenza, Penitenza! E vedemmo in una luce immensa che è Dio: “qualcosa di simile a come si vedono le persone in uno specchio quando vi passano davanti” un Vescovo vestito di Bianco “abbiamo avuto il presentimento che fosse il Santo Padre”. Vari altri Vescovi, Sacerdoti, religiosi e religiose salire una montagna ripida, in cima alla quale c’era una grande Croce di tronchi grezzi come se fosse di sughero con la corteccia; il Santo Padre, prima di arrivarvi, attraversò una grande città mezza in rovina e mezzo tremulo con passo vacillante, afflitto di dolore e di pena, pregava per le anime dei cadaveri che incontrava nel suo cammino; giunto alla cima del monte, prostrato in ginocchio ai piedi della grande Croce venne ucciso da un gruppo di soldati che gli spararono vari colpi di arma da fuoco e frecce, e allo stesso modo morirono gli uni dopo gli altri i Vescovi Sacerdoti, religiosi e religiose e varie persone secolari, uomini e donne di varie classi e posizioni. Sotto i due bracci della Croce c’erano due Angeli ognuno con un innaffiatoio di cristallo nella mano, nei quali raccoglievano il sangue dei Martiri e con esso irrigavano le anime che si avvicinavano a Dio.»

Persecuzioni della Chiesa e al Santo Padre quindi, il quale addirittura soccombe nelle mani dei nemici della Chiesa. Vi è però anche una lieve luce di speranza finale: gli angeli che irrigano le anime con il sangue purificatore dei martiri.

A Medjugorje la Madonna ha rivelato ai Veggenti 10 segreti: i primi tre sarebbero ammonimenti per l’umanità,inviti alla conversione, il terzo in particolare sarà un segno meraviglioso che la Madonna lascerà sulla collina delle apparizioni, un segno visibile da tutti e per sempre, che si vede che è opera di Dio. I successivi segreti riguardano avvenimenti negativi che si sussegueranno sulla Terra. Saranno avvenimenti terribili, gli stessi veggenti non hanno saputo trattenere le lacrime nel momento in cui la Madonna li ha rivelati. Ma la Madonna ha specificato che dopo questi tempi di prova per la Chiesa e per l’umanità verrà una nuova primavera.

Non parla dunque di fine del mondo, ma di un periodo di prova, seguito da un periodo di pace, da una nuova primavera per la fede. 

Sempre a Medjugorje la Madonna ha affermato che i tempi in cui viviamo sono i tempi di Satana, ma che il periodo del suo dominio e della sua persecuzione alla Chiesa si sta per concludere.

“Dovete sapere che Satana esiste. Egli un giorno si e’ presentato davanti al trono di Dio e ha chiesto il permesso di tentare la Chiesa per un certo periodo con l’intenzione di distruggerla. Dio ha permesso a Satana di mettere la Chiesa alla prova per un secolo ma ha aggiunto: Non la distruggerai! Questo secolo in cui vivete e’ sotto il potere di Satana ma, quando saranno realizzati i segreti che vi sono stati affidati, il suo potere verrà distrutto. Già ora egli comincia a perdere il suo potere e perciò è diventato ancora più aggressivo: distrugge i matrimoni, solleva discordie anche tra le anime consacrate, causa ossessioni, provoca omicidi. Proteggetevi dunque con il digiuno e la preghiera, soprattutto con la preghiera comunitaria. Portate addosso oggetti benedetti e poneteli anche nelle vostre case. E riprendete l’uso dell’acqua benedetta!” (Messaggio del 14 aprile 1982)

Su questo evento, ovvero la concessione da parte di Dio a Satana di “regnare” per cento anni (ma anche la promessa che egli non distruggerà la Chiesa), vi sono altre testimonianze:

Nel 1884 Papa Leone XIII, mentre celebrava la Messa, ebbe una visione che riguardava il futuro della Chiesa. Si trattava di un dialogo tra Nostro Signore e Satana nel quale quest’ultimo affermava con orgoglio di poter distruggere la Chiesa e chiedeva 75 o 100 anni e un maggior potere su coloro che si mettevano al suo servizio. Gesù acconsentì alle richieste di Satana e gli concesse circa un secolo durante il quale avrebbe avuto libertà di esercitare pienamente il potere che chiedeva. (13 Ottobre 1884, Visione di Papa Leone XIII)

“Nel centro dell’inferno ho visto un abisso buio e dall’aspetto orribile e dentro di esso era stato gettato Lucifero, dopo essere stato assicurato saldamente a delle catene…Dio stesso aveva decretato questo; e mi è stato anche detto, se ricordo bene, che egli verrà liberato per un certo periodo cinquanta o sessanta anni prima dell’anno di Cristo 2000. Mi vennero indicate le date di molti altri eventi che non riesco a ricordare; ma un certo numero di demoni dovranno essere liberati molto prima di Lucifero, in modo che tentino gli uomini e servano come strumenti della vendetta divina.” (XIX secolo, profezia della Beata Anna Caterina Emmerick)

Io vidi intorno alla Chiesa di Pietro una enorme quantità di persone, alcune occupate a distruggerla e molte altre, invece, a ripristinarla.Vidi il Papa in preghiera circondato da falsi amici, i quali spesso agivano in contrasto alle sue disposizioni.[…] vidi come tanti religiosi avevano contribuito all’opera di distruzione, senza che ciò apparisse pubblicamente […] Fui resa consapevole che i cristiani intesi nel senso vero della parola non esistono più. Restai molto addolorata nell’apprendere questa realtà. […] Io vidi nuovi martiri, non di adesso, bensì del futuro […] Sentii che Lucifero sarà liberato e gli verranno tolte le catene, cinquanta o sessant’anni prima degli anni 2000 dopo Cristo, per un certo tempo. […] Quando la Chiesa fu quasi del tutto caduta in rovina, e ormai restavano solo il coro e l’altare, i demolitori entrarono con la bestia nella Chiesa ma Si trovaror di fronte ad una donna grande e maestosa. Essa si muoveva come un corpo benedetto, camminava molto lentamente, i nemici ne ebbero molto timore, la bestia si fermò e tese la sua gola verso la donna, come se volesse inghiottirla. Ma appena la donna la guardò, e fece per andarle incontro, la bestia fuggì nel mare e i nemici scapparono confusi. […] Allora i nemici della Chiesa, per sfuggire, presero a muoversi nelle più diverse direzioni senza che ne avessero la coscienza, ed erano molto confusi. Non sapevano cosa facevano, e neppure cosa avrebbero dovuto fare, e perciò correvano l’uno contro l’altro, cozzandosi a vicenda nel parapiglia. Quando poi, finalmente, furono serrati tutti insieme dai “gruppi della Fede”, li vidi rinunciare al loro lavoro distruttivo della Chiesa e sparpagliarsi. La Chiesa aveva ripreso il suo magnifico splendore. Fin dai confini del mondo la gente di buona voloflt, di tutte le condizioni e della terra intera, aveva formato un’immane catena umana per passarsi ad una ad una le pietre per ricostruirla. Vidi ancora tanti uomini cattivi e altri che sarebbero divenuti martiri per Gesù. La Chiesa fu del tutto ricostruita in breve tempo. (Visioni della Beata Emmerick)

Insomma, ciò che accomuna tantissime visioni e rivelazioni è la corruzione della Chiesa -corruzione che verrà non solo da persecuzioni esterne ma anche dal di dentro tramite religiosi tiepidi e freddi- e un tempo di prova per l’umanità (segnata da persecuzioni, guerre, carestie, catastrofi naturali), segni della furia del demonio che, liberato dalle catene, tenta di distruggere la Chiesa di Dio; il papa in particolare sarà colpito dai suoi nemici e martirizzato, ma dopo tutto questo si aprirà una nuova epoca di pace e di risveglio della fede, in la Chiesa sarà pura e più bella di prima.

Vi sono ancora tantissime altre testimonianze che però non riporterò qui (non finirei più!), mi sono limitata a riportare alcune tra le apparizioni riconosciute dalla Chiesa. Se siete interessati vi invito a visitare i seguenti siti, dai quali ho tratto alcune delle informazioni:

– http://profezie3m.altervista.org/ptm_c2-1.htm

– http://profezie3m.altervista.org/ptm_c31d.htm#Medjugorje, Jugoslavia

Vi sono molti altri siti in cui potersi informare, ma vorrei invitarvi alla prudenza. Non tutti coloro che dicono di avere apparizioni o messaggi dal Cielo  sono attendibili, sappiamo bene che il maligno è sempre pronto a mascherarsi da Dio o da Madonna e indurre in inganno gli uomini, senza che essi se ne accorgano, usando astuzie sottilissimi e apparentemente innocenti!

Concludo sottolineando che, ora come ora, per noi è impossibile capire nei dettagli cosa avverrà in futuro, ogni messaggio dal Cielo non ci dirà ogni cosa nei dettagli, ed è inutile tentare di farsi teorie precise sul futuro. Ogni persona che pensa di aver raggiunto una sua qualche verità con una teoria da lui inventata, è a prescindere in errore. Ciò che spetta a noi è essere grati di quanto il Cielo ci concede di sapere, al fine di prepararci a questi tempi difficili e soprattutto impegnarci nella nostra conversione personale e nella preghiera, come da anni ci chiede di fare la Madonna a Medjugorje. Non dobbiamo avere paura del futuro e di quanto sta per accadere, in quanto, come ha detto Maria a Medjugorje, Dio proteggerà chi lo ama e si prenderà cura dei suoi figli. Dopo il periodo di grande prova e purificazione della Chiesa, il Cuore Immacolato di Maria trionferà e l’umanità collaborerà insieme per costruire una Chiesa ancora più bella di prima.


I dieci segreti

  

MEDJUORJE: I DIECI SEGRETI

  

  

  

La Madonna ha affidato ai veggenti dieci segreti: tre di loro (Mirjana, Jakov e Ivanka) li conoscono tutti e dieci, mentre gli altri tre (Vicka, Marija e Ivan) devono ancora ricevere l’ultimo. Chi conosce i dieci segreti non ha più le apparizioni quotidiane della Madonna, ma sono una volta all’anno (il 25 giugno per Ivanka, il 25 dicembre per Jakov e il 18 marzo per Mirjana, anche se Mirjana dal 1987 ha apparizioni straordinarie ogni 2 del mese, ma, come le ha detto la Madonna, non le avrà per sempre, mentre le apparizioni annuali le avranno per tutta la vita). La Madonna ha detto che solo uno dei veggenti continuerà ad avere le apparizioni quotidiane anche al tempo dei 10 segreti, mentre per gli altri finiranno prima.

Ma che cosa sono questi dieci segreti? I primi tre segreti sono ammonimenti per l’umanità, un invito estremo alla conversione, il terzo segreto (che è il terzo ammonimento) sarà un segno, un segno che Dio lascerà sul Podbrdo, la collina delle apparizioni di Medjugorje: sarà un segno indistruttibile e che durerà per sempre (per sempre!), e tutti lo potranno vedere. Sarà un segno che si vede che viene da Dio, e servirà come ultimo invito alla conversione. Ma non bisogna aspettare il segno per convertirsi, ora è il tempo di convertirsi, di “decidersi per Dio” come ha detto la Madonna. Jakov ha detto “è un segno bellissimo, io l’ho visto!”, e Mirjana testimonia:  «Ci sarà un segno sulla collina delle apparizioni come un dono per tutti noi, perché si veda che la Madonna è presente qui come nostra mamma. Sarà un segno bellissimo, che non si può fare con mani umane. E una realtà che rimane e che viene dal Signore».

Sugli altri segreti non si sa molto, solo che sono dei castighi, dei castighi per l’umanità infedele, sono segreti di cose dolorose; ma non bisogna spaventarsi: Mirjana ha detto “Quando siamo nelle mani di Dio niente deve spaventarci”, ma la stessa Regina della Pace nei suoi messaggi continua a  consolarci dicendo di non avere paura, che Lei non è venuta per spaventarci, ma per portarci la Salvezza, la Pace, la Speranza, ed ha aggiunto che “chi prega non ha paura del futuro” e ancora “voi siete figli di Dio, e Dio proteggerà i suoi figli”. Il settimo segreto è stato mitigato, grazie alle preghiere e ai digiuni. «Con la preghiera e il digiuno, potete allontanare la guerra, sospendere le leggi naturali» ha detto la Madonna.

Vicka ha pianto ricevendo il nono segreto, e Mirjana ricevendo il decimo.

I segreti saranno rivelati tre giorni prima che si verifichino: Mirjana è stata incaricata di scegliere un parroco che ne dia l’annuncio al mondo: lei ha scelto padre Petar. Lei dovrà rivelare il segreto a padre Petar dieci giorni prima che esso si compia, e insieme dovranno fare digiuno per sette giorni; tre giorni prima egli dovrà annunciarlo al mondo. Padre Petar non potrà tirarsi indietro da questo incarico, ma che voglia o no sarà costretto a rivelare il segreto. A proposito dei segreti, Mirjana ha detto: “La Madonna mi ha consegnato un foglio speciale su cui sono scritti i dieci segreti. Il foglio è di una materia che non si può descrivere: sembra carta, ma non è carta; sembra stoffa, ma non è stoffa. E’ visibile, si può toccare, ma la scrittura non si vede. Il sacerdote cui dovrò consegnare il foglio, avrà la grazia di leggere soltanto ii primo segreto, non gli altri. Il foglio proviene dal cielo. Mio cognato, ingegnere in Svizzera, ha esaminato il foglio, ma ha detto che la materia di cui e fatto non si trova sulla terra. Un foglio simile ha ricevuto anche Ivanka.”

  

    

Video in cui si parla dei dieci segreti (in particolare il secondo; il primo è più che altro un riassunto delle vicende di Medjugorje), con intervento di padre Livio e di Antonio Socci, andato in onda su rete 4 il 15/12/2005 su “Vite Straordinarie” 

 Intervista a Jakov sui dieci segreti

Intervista a Vicka sui dieci segreti

Messaggi sui dieci segreti


Messaggi sui dieci segreti

 

MESSAGGI SUI DIECI SEGRETI

 

 

Messaggio del 14 aprile 1982
Dovete sapere che Satana esiste. Egli un giorno si e’ presentato davanti al trono di Dio e ha chiesto il permesso di tentare la Chiesa per un certo periodo con l’intenzione di distruggerla. Dio ha permesso a Satana di mettere la Chiesa alla prova per un secolo ma ha aggiunto: Non la distruggerai!: Questo secolo in cui vivete e’ sotto il potere di Satana ma, quando saranno realizzati i segreti che vi sono stati affidati, il suo potere verrà distrutto. Gia ora egli comincia a perdere il suo potere e perciò è diventato ancora più aggressivo: distrugge i matrimoni, solleva discordie anche tra le anime consacrate, causa ossessioni, provoca omicidi. Proteggetevi dunque con il digiuno e la preghiera, soprattutto con la preghiera comunitaria. Portate addosso oggetti benedetti e poneteli anche nelle vostre case. E riprendete l’uso dell’acqua benedetta!

 

Messaggio del 23 dicembre 1982
Tutti i segreti che ho confidato si realizzeranno e anche il segno visibile si manifesterà Ma non aspettate questo segno per soddisfare la vostra curiosità. Questo, prima del segno visibile, e’ un tempo di grazia per i credenti. Perciò convertitevi e approfondite la vostra fede! Quando verrà il segno visibile, per molti sarà già troppo tardi.

 

 

 

Messaggio del 7 maggio 1985
«Cara figlia mia (Ivanka), oggi è il nostro ultimo incontro. Non essere triste, perché io verrò a farti visita in occasione di tutti gli anniversari, tranne il prossimo. Figlia mia, non pensare di aver commesso qualche errore e che per questo motivo non verrò più a farti visita. Non hai fatto nulla. Tu hai accolto con tutto il cuore e realizzato i piani che mio Figlio e io avevamo. Sii felice, perché io sono tua Madre, che ti ama con tutto il cuore. Ivanka, grazie per aver risposto alla chiamata di mio Figlio e per essere stata così perseverante come Lui si aspettava. Figlia, di’ ai tuoi amici che mio Figlio e io saremo sempre con loro quando ci cercheranno e invocheranno. Quello che ti ho detto in questi anni a proposito dei segreti non rivelarlo a nessuno, fino a quando io non te lo dirò. Ivanka, la grazia che tu e i tuoi fratelli avete ricevuto non l’ha ricevuta nessuno fino a ora in terra».

 

Messaggio del 28 gennaio 1987
Miei cari figli! Sono venuta da voi per condurvi alla purezza dell’anima e, quindi, verso Dio. Ma come mi avete accolto? All’inizio senza credere, con paura e sfiducia verso i ragazzi che ho scelto. Poi una maggioranza di voi mi ha accolto nel suo cuore e ha incominciato a mettere in pratica le mie richieste materne. Ma purtroppo questo non è durato a lungo. In qualunque luogo io vada, e con me mio Figlio, là mi raggiunge anche Satana. Voi avete permesso, senza accorgervene, che prendesse il sopravvento in voi, che vi dominasse. Alcune volte capite che qualche vostro gesto non è permesso da Dio, ma rapidamente soffocate questo sentimento. Non cedete, figli miei! Asciugate dal mio volto le lacrime che verso osservando quello che fate. Guardatevi intorno! Trovate il tempo per accostarvi a Dio in chiesa. Venite nella casa del Padre vostro. Trovate il tempo per riunirvi in famiglia e supplicare grazia da Dio. Ricordatevi dei vostri morti, date loro gioia con la celebrazione della Messa. Non guardate con disprezzo il povero che vi supplica per una crosta di pane. Non cacciatelo dalla vostra mensa piena. Aiutatelo, ed anche Dio aiuterà voi. Forse la benedizione che il povero vi dà come ringraziamento, si realizza, forse Dio lo ascolta. Voi, figli miei, avete dimenticato tutto questo. E in ciò ha contribuito anche Satana. Non cedete! Pregate con me! Non ingannatevi pensando: “Io sono buono, ma il fratello che mi sta accanto non vale nulla”. Non sareste nel giusto. Io, come vostra madre, vi amo e perciò vi ammonisco. Qui ci sono dei segreti, figli miei! Non si sa di che si tratta, ma quando lo si verrà a sapere, sarà tardi! Ritornate alla preghiera! Nulla è più importante di essa. Vorrei che il Signore mi permettesse di chiarirvi almeno in parte i segreti; ma sono già troppe le grazie che vi offre. Pensate a quanto voi offrite a Lui. Quando avete rinunciato l’ultima volta a qualche cosa per il Signore? Non voglio rimproverarvi ulteriormente. Desidero invece invitarvi ancora una volta alla preghiera, al digiuno, alla penitenza. Se col digiuno desiderate ottenere una grazia da Dio, che nessuno sappia che digiunate. Se con un dono ad un povero, desiderate ottenere una grazia da Dio, che nessuno lo sappia all’infuori di voi e del Signore. Ascoltatemi, figli miei e riflettete in preghiera su questi miei richiami!

 

 
Messaggio del 25 agosto 1991
Cari figli, anche oggi vi invito alla preghiera, adesso come mai prima, quando il mio piano ha cominciato a realizzarsi. Satana è forte e desidera bloccare i progetti della pace e della gioia e farvi pensare che mio Figlio non sia forte nelle sue decisioni. Perciò vi invito, cari figli, a pregare e digiunare ancora più fortemente. Vi invito alla rinuncia durante nove giorni, affinché con il vostro aiuto sia realizzato tutto quello che voglio realizzare attraverso i segreti che ho iniziato a Fatima. Vi invito, cari figli, a comprendere l’importanza della mia venuta e la serietà della situazione. Desidero salvare tutte le anime e presentarle a Dio. Perciò preghiamo affinché tutto quello che ho cominciato sia realizzato completamente. Grazie per aver risposto alla mia chiamata!

 


Intervista a Vicka sui dieci segreti

 

Intervista a Vicka del 3/8/2000

Padre Livio: Ora che ci è stato svelato il terzo segreto di Fatima, sappiamo che riguardava un tempo difficile, di guerre e di persecuzioni, per il mondo e per la Chiesa, in particolare per il Santo Padre. Dobbiamo aspettare qualcosa del genere anche per i dieci segreti di Medjugorje?
Vicka: Per quanto riguarda i segreti non ho molto da dire. Per ora ne ho nove e aspetto il decimo. Se e quando la Madonna li vorrà spiegare, allora ne sapremo di più.
Padre Livio: Tuttavia, anche se i segreti sono veramente segreti, resta il fatto che riguardano il futuro e che quindi le apparizioni di Medjugorje hanno ancora molto da riservarci.
Vicka: Certo, sicuro.
Padre Livio: La partita non è ancora finita.
Vicka: No, no.
Padre Livio: Siamo ancora al primo tempo.
Vicka: E’ appena incominciata.
Padre Livio: Fra le analogie che vi sono tra Fatima e Medjugorje vi è anche il segno. A Fatima la Madonna lo aveva promesso per l’ultima apparizione, quella dell’Ottobre 1917. Anche a Medjugorje si parla di un segno. I veggenti di Fatima erano sicurissimi che la Madonna lo avrebbe dato. Anche voi ne siete così sicuri?
Vicka: Vedi, Padre Livio, la Madonna ha dato una grande possibilità, un grande dono di vedere questo segno.
Padre Livio: Voi l’avete già visto?
Vicka: Noi l’abbiamo già visto e quando verrà il momento di sicuro ci sarà il segno sul monte dell’apparizione.
Padre Livio: Tutti lo potranno vedere?
Vicka: Tutti e rimane per sempre.
Padre Livio: Rimane per sempre?
Vicka: Si, rimane per sempre come prova che la Madonna è stata qui in mezzo a noi.
Padre Livio: Bisogna venire fino a Medjugorje per poterlo vedere?
Vicka: Bisogna venire qui da noi, qui sul monte.
Padre Livio: Bisogna salire sul monte o lo si può vedere anche da lontano?
Vicka: Ma, padre Livio, tu vuoi che pian piano ti dica tutto…
Padre Livio: Te lo chiedo perché Jakov ha detto che per vederlo dobbiamo venire a Medjugorje. Non è difficile immaginare per quel momento un grande concorso di gente….
Vicka: Sì, per vederlo bisogna venire a Medjugorje.
Padre Livio: Tu sarai ancora viva quando ci sarà il segno?
Vicka: Non lo so. Ma spero di si.
Padre Livio: E io sarò vivo?
Vicka: Ma, padre, non sei ancora troppo vecchio. Ma io penso di sì e poi ci sono ancora tante cose a fare.
Padre Livio: Effettivamente Radio Maria è impiantata nelle varie lingue in solo trenta nazioni del mondo e noi vorremmo arrivare in tutte.
Vicka: Hai ancora tante cose da fare.
Padre Livio: Ho capito. La pensione è lontana. Sarà un segno di speranza?
Vicka: Sì, di speranza.
Padre Livio: Di gioia?
Vicka: Di gioia, ma una cosa bella, capito?
Padre Livio: Ho voluto insistere sul segno perché la Chiesa, per valutare la fondatezza di una apparizione, verifica se si sono realizzate le profezie.
Vicka: E’ normale.
Padre Livio: L’atteggiamento della Chiesa è sapiente. Il segno potrà essere quindi una conferma per la Chiesa che le apparizioni sono vere?
Vicka: Ma sicuro. La Madonna già una volta ha detto che noi non ci dobbiamo preoccupare di queste cose, ma piuttosto di accogliere i messaggi e di viverli. Tutto il resto dobbiamo lasciarlo a lei.

 

 

 

 


Intervista a Jakov sui dieci sereti

 

Dall’intervista di padre Livio a Jakov del 24/09/1999

  

Jakov Colo

PADRE LIVIO: Volevo ritornare su un argomento che forse voi veggenti non gradite molto, ma alla gente interessa e non solo per vana curiosità: quello dei segreti. Mi pare che di essi qualcosa si sappia. Per esempio per quanto riguarda il terzo segreto.
JAKOV: Adesso, ti dico tutto quello che posso dirti e poi basta.
PADRE LIVIO: Ci è sufficiente sapere ciò che la Madonna vuole che si sappia.
JAKOV: Come molti sanno, la Madonna fin dall’inizio ci ha detto che avrebbe dato dieci segreti a tutti (i sei veggenti).
PADRE LIVIO: È qualcosa di molto più impegnativo di Fatima, almeno per quanto concerne il numero.
JAKOV: Fino a questo momento siamo in tre che abbiamo ricevuto i dieci segreti (Mirjana, Ivanka, Jakov) e non riceviamo più le apparizioni quotidiane. Questi segreti che la Madonna ci ha rivelato non sappiamo se sono uguali gli uni con gli altri, perché fra noi non ne abbiamo mai parlato.
PADRE LIVIO: Niente?
JAKOV: Niente. Noi li possiamo rivelare solo quando la Madonna ci dà il permesso.
PADRE LIVIO: Anche tu?
JAKOV: Anch’io. Quando la Madonna mi dà il permesso, li posso dire agli altri. Non penso a questi segreti e non ho paura. Non mi pesa di portali. Questo è tutto quello che posso dire.
PADRE LIVIO: E per quanto riguarda il terzo segreto? Gli altri veggenti hanno potuto rivelare qualcosa, parlando di un segno che la Madonna lascerà sulla montagna delle apparizioni.
JAKOV: Sì, posso dire che la Madonna ha promesso di lasciare un segno sulla montagna delle apparizioni, che sarà permanente e visibile a tutti.
PADRE LIVIO: E sarà bello?
JAKOV: Bellissimo.
PADRE LIVIO: Bellissimo? Ah, caspita! E potremo vederlo da qui?
JAKOV: No, no. Dovete venire a Medjugorje.
PADRE LIVIO: Sarà probabilmente un segno biblico. Una nube luminosa, ad esempio. La Madonna ama i riferimenti biblici. Ma lasciamo perdere. Ho sentito dire che i segreti, almeno alcuni, che ha Mirjana, riguarderebbero il futuro del mondo. Si tratterebbe di avvenimenti che accadranno necessariamente. Tu ne sai qualcosa?
JAKOV: Non so. Non posso dire niente.
PADRE LIVIO: Tu sai solo ciò che la Madonna ha detto a te.
JAKOV: Non posso dire se è vero o non è vero quello che Mirjana ha detto. Non posso dire niente di questo.
PADRE LIVIO: Potresti dire se alcuni dei tuoi segreti riguardano te personalmente?
JAKOV: Non posso dire neanche questo.
     

 


%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: