Dialogo tra Dio e l’anima

DIALOGO FRA DIO MISERICORDIOSO E L’ANIMA DISPERATA

(dal Diario di Santa Faustina, Quaderno V)

- Gesù: « Anima immersa nelle tenebre, non ti disperare, non è ancora perduto tutto. Parla col tuo Dio, che è l’amore e la Misericordia in persona ». Ma purtroppo l’anima rimane sorda al richiamo di Dio e s’immerge in tenebre ancora maggiori.

- Gesù la chiama di nuovo: « Anima, ascolta la voce di tuo Padre misericordioso ». Nell’anima si sta preparando una risposta: « Per me non c’è più Misericordia ». Ed essa precipita in tenebre sempre più fitte, in una specie di disperazione che le fa pregustare in certo modo l’inferno e la rende completamente incapace di avvicinarsi a Dio. Gesù per la terza volta parla all’anima, ma l’anima è sorda e cieca, incomincia a consolidarsi nell’ostinazione e nella disperazione. Allora incominciano in certo qual modo a sforzarsi le viscere della Misericordia di Dio e, senza alcuna cooperazione da parte dell’anima, Iddio le dà l’ultima grazia. Se la disprezza, Iddio la lascia ormai nello stato in cui essa stessa vuole stare per l’eternità. Questa grazia scaturisce dal Cuore misericordioso di Gesù e colpisce l’anima con la sua luce e l’anima incomincia a comprendere lo sforzo di Dio, ma la conversione dipende da lei. Essa sa che quella grazia è l’ultima per lei e se mostra un piccolo cenno di buona volontà – anche il più piccolo – la Misericordia di Dio farà il resto. – « Qui agisce l’onnipotenza della Mia Misericordia; felice l’anima che approfitta di quella grazia ». – Gesù: « Che grande gioia riempie il Mio cuore quando ritorni da Me. Vedo che sei molto debole, perciò ti prendo fra le Mie braccia e ti porto nella casa del Padre Mio ».

- L’anima è come se si risvegliasse: « È mai possibile che ci sia ancora Misericordia per me? » domanda piena di spavento.

- Gesù: « Proprio tu, bambina Mia, hai il diritto esclusivo alla Mia Misericordia. Permetti alla Mia Misericordia di operare in te, nella tua povera anima, fa’ entrare nell’anima i raggi della grazia, essi vi porteranno luce, calore e vita ».

- L’anima: « Però al solo ricordo dei miei peccati sono presa dalla paura e questa paura tremenda mi spinge a dubitare della Tua bontà ».

- Gesù: « Sappi, o anima, che tutti i tuoi peccati non Mi hanno ferito così dolorosamente il cuore come la tua attuale sfiducia. Dopo tanti sforzi del Mio amore e della Mia Misericordia, non ti fidi della Mia bontà ».

- L’anima: « O Signore, salvami Tu, altrimenti perisco. Sii il mio Salvatore. O Signore, non sono capace di dire altro, il mio povero cuore è a pezzi, ma Tu, Signore… ». Gesù non permette all’anima di terminare la frase, ma la solleva da terra, dall’abisso della sua miseria e in un attimo l’introduce nella dimora del proprio Cuore, mentre tutti i peccati sono scomparsi in un batter d’occhio, un fuoco d’amore li ha distrutti.

- Gesù: « Eccoti, o anima, tutti i tesori del Mio Cuore, prendi tutto quello che ti serve ».

- L’anima: « O Signore, mi sento inondata dalla tua grazia, sento che è entrata in me una vita nuova, ma soprattutto sento il Tuo amore nel mio cuore; questo mi basta. O Signore, glorificherò l’onnipotenza della Tua Misericordia per tutta l’eternità. Incoraggiata dalla Tua bontà, Ti esprimerò tutto il dolore del mio cuore ».

- Gesù: « Dì tutto, bambina Mia, senza alcuna riserva, poiché ti ascolta un Cuore che ti ama, il Cuore del tuo migliore amico ».

-L’anima: « Signore, ora vedo tutta la mia ingratitudine e la Tua bontà. Tu m’inseguivi con la Tua grazia e io rendevo vani tutti i Tuoi sforzi; vedo che mi spettava il fondo stesso dell’inferno per aver sperperato le tue grazie ».

- Gesù interrompe le parole dell’anima e dice: « Non rivangare la tua miseria, sei troppo debole per parlare, guarda piuttosto il Mio Cuore pieno di bontà, assorbi i Miei sentimenti e procura di acquistare la mitezza e l’umiltà. Sii misericordiosa con gli altri, come Io lo sono con te e quando ti accorgi che le tue forze diventano deboli, vieni alla sorgente della Misericordia e rafforza la tua anima e non verrai meno lungo il tuo cammino ».

- L’anima: « Ormai comprendo la Tua Misericordia, che mi ripara come una nube luminosa e mi conduce alla casa del Padre mio, salvandomi dall’orribile inferno che avrei meritato non una, ma mille volte. O Signore, non sarà sufficiente per me l’eternità, per esaltare degnamente la Tua sconfinata Misericordia e la compassione che hai avuto per me ».

About these ads

6 responses to “Dialogo tra Dio e l’anima

  • Filomena

    é proprio così: al mio Signore mi sono affidata e lui mi ha presa in braccio! quando sono caduta nella disperazione più grande non ho mai chiuso il mio cuore a lui, ma gli chiedevo di togliermi quella angoscia senza fiducia, poi ho capito che lui stava bussando e io dovevo aprirmi al suo cuore, quando gli ho detto: “Gesù mi affido a te, mi fido di te, sia fatta la tua volontà”, tutto è cambiato, perchè mi ero resa disponibile al suo amore, e lui mi ha presa in braccio!! grazie!!! il tuo amore mi ha guidata a capire che la Santa Messa è meravigliosa,far parte del popolo di Dio non ha eguali, Confessarsi e ricevere L’Eucarestia è il regalo più grande che potevi farci perchè ci metti a diretto contatto con Te!! TI AMO GESù, SEI IL MIO MIGLIRE AMICO E SPERO TANTO LO SARAI ANCHE PER MIO FIGLIO ALESSANDRO E PER MIO MARITO MICHELE!!! SEI NEL MIO CUORE!!!

  • GIUSEPPINA

    SIGNORE GESU TI RINGRAZIO PER CIO’ CHE FARAI PER ME E PER IL MIRACOLO CHE OPERERAI TI CHIEDO SCUSA PER LA MANCANZA DI FIDUCIA CHE HO AVUTO NEI TUOI CONFRONTI GRAZIE.

  • Anonimo

    grazie GESU

  • guerrero

    sei troppo bello papi

  • john joe

    senor no soy dicno de entrar en tu casa pero una palabra tuya bastara para comprende q. es ser pecador , perdona ne senor de todo pecado que aya cometido, no me he olbidado de te espero que no me adandone porq, are todo lo posible de amarte y quererte senor mio y dios mio . quiero ser el mismo de ante de sonar con te ( 3 bese e sonada con jesu ) quiero seguier sononda senor perdoname. john

  • Irene

    E\’ una cosa meravigliosa sapere che ciascuno di noi è il destinatario di un amore così dolce, unico ed assoluto! Anzi, quando ci smarriamo e perdiamo la via, Lui ci è ancora più vicino, aspettando da noi un piccolo segno che possa aprirGli la strada del nostro cuore. Non abbiamo dunque nessun timore di Gesù! Qualsiasi sia la nostra situazione e il nostro peccato, abbiamo fiducia in Lui e saremo riempiti di grazie infinite. Gesù, confido in Te. Maria Terzi.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Iscriviti

Ricevi al tuo indirizzo email tutti i nuovi post del sito.

Unisciti agli altri 139 follower

%d blogger cliccano Mi Piace per questo: